ALUBIJOU, I GIOIELLI ECOETICI

Care amiche vi presento uno dei brand più interessanti di questa prossima edizione di Natura Donna Impresa Verso Expo 2015 dal 21 al 23 novembre 2014 a Milano in Spazio Asti 17: Alubijou, un brand di Amea Sistemi, società che da anni opera nell’ambito dell’architettura, ed in particolare si occupa della pelle degli edifici, sia dei rivestimenti infacciata che di quelli in interior, home e office.

<<Alluminio, vetro, lamiere di alluminio forato o stirato, sono il core business della società, - spiegano - ed è proprio da questo che nasce Alubijou: dall’idea di recuperare i materiali di scarto delle nostre lavorazioni, che diversamente andrebbero a finire in una discarica. Di questo progetto si occupano tre amiche e colleghe, un architetto e due designers accomunate dalla passione per il design e dalla voglia di dare nuova vita a dei materiali di scarto, creando nuovi oggetti. Alubijou vorrebbe essere un contenitore di progetti, che spaziano dal design di gioielli, al design di complementi di arredo per la casa, o alla semplice oggettistica, ma la cui caratteristica principale è quella di essere di “riciclo”. Nascono così progetti con un significato “Ecoetico”: la nascita di oggetti da prodotti di scarto diventa così la nascita di un nuovo lavoro. Il primo progetto che Vi presentiamo è la Collezione Cuori: Alubijou ha scelto il cuore per la semplicità della sua forma; il cuore ha un segno di facile lettura, ma che al tempo stesso evoca e richiama forti emozioni. E’ un simbolo di un linguaggio universale con il quale possiamo esprimere in maniera immediata le emozioni e i sentimenti. In questa collezione si dà voce a queste emozioni, ogni cuore ci racconta qualcosa: amicizia, amore, delusione ma anche e soprattutto speranza. Per il progetto “Capsule Collection” di Natura Impresa Donna, abbiamo scelto “Il cuore spezzato” ed “Il Cuore Graffiato”, che a nostro avviso ben interpretano il tema contro la violenza sulle donne>>.


J’ADORE … J’ADORE … J’ADORE … non potete perderveli …

Bisous la Colette