L’arte naturale di Licia Fusai

 

Amiche, vorrei farvi conoscere un’artista, una donna che durante il suo percorso ha attuato un attento lavoro di osservazione e studio dei fenomeni naturali tentando di coglierne ogni volta tutti gli aspetti in modo da creare qualcosa che oltrepassasse la banalità per diventare un’immagine intima e interiore dell’arte come “forma di meditazione”.

 

Questa artista è Licia Fusai che vede la natura non solo come fonte d’ispirazione, ma anche e soprattutto come possibile e straordinario mezzo espressivo.

 

Luna, sole ed eclissi sono solo alcuni degli elementi e fenomeni naturali che, per mano dell’artista, prendono vita dall’accostamento inedito di spezie, sali, polveri di cannella o chiodi di garofano accuratamente selezionati.

 

 La sperimentazione nei suoi lavori è un elemento essenziale poiché riguarda le diverse applicazioni artistiche degli alimenti così come ad una maggiore conoscenza sull’uso delle resine, impiegate per le loro eccellenti proprietà adesive.

 

 

Una lenta e meticolosa ricerca di equilibrio e armonia, unita al desiderio di elevare e nobilitare quei prodotti della terra a cui si è soliti attribuire unicamente una funzione nutritiva, trova espressione in composizioni la cui estetica, essenziale e talvolta ai limiti dell’astrazione, è regolata su armonie rigorose e lineari.

La riscoperta del valore delle materie prime, la volontà di esaltarne in egual misura le qualità estetiche e nutritive rendono il lavoro di Licia Fusai ricco di implicazioni etiche; il rispetto sacrale nei confronti delle risorse impiegate è un elemento centrale per comprenderne la poetica e le finalità. Obiettivo di una scelta così inusuale è provocare l’osservatore e condurlo a un più profondo momento di riflessione sull’agire dell’uomo, sulle sue responsabilità nei confronti della natura e, non ultimo, sulla disuguaglianza della distribuzione globale delle risorse necessarie alla sopravvivenza.

A Natura Donna Impresa dal 24 al 27 novembre in via Dante 14 l’artista presenterà la sua prima personale. Venite a trovarci!

 

Bisous la Colette