CALENDARIO EVENTI

ORARI APERTURA:

 

giovedi 24 novembre ore 12.00 > 20.00 | ven - sab - dom - ore 10.30 > 20.00

 

 

Programma eventi collaterali alla manifestazione, organizzati in collaborazione con la libreria

IL MIO LIBRO di Cristina Di Canio

 

GIOVEDì 24 NOVEMBRE

 

- Apertura ore 12:00 con intervento istituzionale del Comune di Milano.

Cerimonia di consegna dei premi Natura | Donna | Impresa in presenza dell'Assessore alle politiche del lavoro, commercio, moda e design del Comune di Milano

Cristina Tajani.

Presentazione Progetto NDI ONTour - con partner Esh Gallery - Ex Atelier Corradi Bologna - Thotel Cagliari

 

- dalle ore 12:00 alle ore 19:30 sarà possibile degustare gratuitamente assaggi di riso 100% puro carnaroli in tre tipologie differenti del marchio RISO D’UOMO

 

-ore 14:30 | Lucia Tilde Ingrosso, Il Sogno di Anna | Feltrinelli Up con Annarita Briganti 

Anna ha quindici anni, vive a Milano e vorrebbe fare la giornalista. Nel suo diario ha scritto una frase di un articolo della Politkovskaja pubblicato poco prima che fosse assassinata: "Non sono un vero animale politico. Non ho aderito a nessun partito perché lo considero un errore per un giornalista, almeno in Russia. Quale crimine ho commesso per essere bollata come 'una contro di noi'? Mi sono limitata a riferire i fatti di cui sono stata testimone. Ho scritto e, più raramente, ho parlato". Nel suo piccolo, incontra dei dilemmi (pratici e morali) con cui la giornalista russa si è imbattuta su larga scala. Per esempio, dare visibilità a chi ti è amico o a chi se lo merita? Come reagire alle intimidazioni e alle lusinghe del quotidiano? 

 

-ore 16:00 | Presentazione progetto re.volvèr / cultura da indossare / madeinre project a cura di Michela Mantoan

re.volvèr è un progetto che parte dall’attrazione tra Arte e Moda per operare un networking creativo tra Cultura e Impresa, nell’intento di condividere una scelta di vita sostenibile verso l’uomo e l’ambiente.

 

-ore 18.00 | Virgola | Hop! Edizioni, creata dalla mano di Virginia Azzurra di Giorgio.

l libro si compone di una serie di immagini che in questi due anni hanno fatto la storia di Virgola a cui si aggiungono diversi inediti realizzati proprio per la pubblicazione.

Sono infatti quadretti poetici, tavolozze emotive, le fotografie che Virginia scatta alla sua creaturina, immagini nelle quali la tridimensionalità dell'oggetto, accostata alla leggerezza del personaggio e alla scelta dei colori pastello, produce un risultato unico e irripetibile per garbo e delicatezza.

 

- dalle ore 18:00 alle ore 19:30 sarà possibile degustare gratuitamente il vino prodotto in occasione dell'iniziativa  ‘IFE! IL VINO DELLE DONNE PER LE DONNE’ lanciata dall'associazione !Donna. Degustazioni a cura della Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori | Fisar

 

-chiusura manifestazione ore 20.00

 


venerdì 25 novembre

 

-apertura manifestazione ore 10.30

 

- ore 11.00 presentazione libro  Ni una más Arte e attivismo contro il femminicidio di Francesca Guerisoli

Ni una más è il grido di protesta con cui le madres e gli attivisti conducono la loro lotta contro omertà e impunità che caratterizzano il fenomeno del femminicidio di Ciudad Juárez, città messicana al confine con gli Stati Uniti. Le relazioni tra violenza, misoginia, memoria e rappresentazione nella "città delle morte", sono esplorate attraverso un approccio interdisciplinare. Francesca Guerisoli analizza le modalità con cui l'arte e le forme creative si oppongono al femminicidio, costruendo un orizzonte simbolico nel quale si colloca una battaglia culturale e politica transnazionale nel tentativo di ristabilire una memoria pubblica occultata dal sistema politico ed economico dominante. L'arte nata in relazione alla violenza e al femminicidio è indagata attraverso la descrizione critica delle opere e delle pratiche messe in atto da collettivi locali e da artisti che operano anche a livello internazionale, come Teresa Margolles, Lorena Wolffer, Ursula Biemann, Santiago Sierra, Regina José Galindo, Francis Alÿs. Il progetto d'arte partecipativa Zapatos Rojos di Elina Chauvet, nato nel contesto di Juárez, è divenuto il simbolo più popolare della lotta al femminicidio nel nostro Paese. L'analisi critica mette in rilievo il significato della marcia di scarpe rosse e il valore che il progetto, nato in una realtà specifica, esprime anche in tutti quei contesti in cui la relazione asimmetrica tra i sessi porta al femminicidio.

 

- dalle ore 12:00 alle ore 19:30 sarà possibile degustare gratuitamente assaggi di riso 100% puro carnaroli in tre tipologie differenti del marchio RISO D’UOMO

 

-ore 15.00 | 17.00 In collaborazione con la Scuola di Danza Balance Pro Move, presenta in via Dante 14 a Milano - con vari spot della durata di circa 10 minuti - la performance di Teatro Danza “#iodicoNO” alla violenza sulle Donne.

A danzare saranno volutamente venti ballerini, solo uomini per evidenziare che la battaglia ai femminicidi deve vedere in prima linea proprio gli UOMINI! Per parlare “IN PRIMA PERSONA” agli “altri” uomini, quelli appunto che quotidianamente abusano, uccidono, violano la femminilità di milioni di donne nel mondo.

#iodicoNO perchè il mutamento socioculturale deve essere radicale. E deve partire dalla quotidianità delle “strade” dove la performance si realizzerà, utilizzando suggestivamente “passi di danza” paradossalmente la più “leggiadra ed elegante delle Arti”.

 

-ore 18:00 sfilata Kinabuti

 

-Ore 18.30  cerimonia di chiusura del progetto ‘IFE! IL VINO DELLE DONNE PER LE DONNE’ lanciato in occasione di Expo 2015 con le  Spy Twins e consegna del premio per il brand Kinabuti a cura di  !DONNA Degustazioni a cura della Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori | Fisar

 

-chiusura manifestazione ore 20.00

 

 

 


sabato 26 novembre


-apertura manifestazione ore 10.30

 

-ore 10.30 Tavola rotonda “ Il Gioiello contemporaneo tra ricerca e sperimentazione” relatori: 

Bianca Cappello, storica e critica del gioiello

Sonia Patrizia Catena, storica e curatrice d'arte esperta in gioiello contemporaneo

Marco Rossini, gallerista di Galleria Rossini - Jewellery Art Gallery

Paolo Zani, presidente dell'Associazione Amici del Museo del Bijou

Coordina: Riccardo Chiozzotto, giornalista

 

- dalle ore 12:00 alle ore 19:30 sarà possibile degustare gratuitamente assaggi di riso 100% puro carnaroli in tre tipologie differenti del marchio RISO D’UOMO

 

- ore 15.30 Anna Toscano, Una telefonata di mattina | La Vita Felice

Girare nel mondo, girare in se stesse. Senza uno schema tirare linee da un punto all’altro dove ci si sofferma per un po’, mai assuefatti, spaesati nonostante i gesti quotidiani dell’esistenza. Ecco cosa accade in Una telefonata di mattina. 

Il grande viaggio di Anna è la grande scoperta e il grande ricordo, ciò che accade del momento intessuto di ciò che è già avvenuto tra vissuto e occasioni mancate. 

Giriamo il mondo con lei e il bagaglio leggero del ricordo che appare e si ripone, pochi abiti e poche scarpe, tanto è tutto nella testa e nel muscolo che continua a pompare, irrorandosi di possibilità possibili e possibilità ormai lasciate.

 

-ore 17.30  Elena Triolo e Valentina Ferri, Sharing Economy è il futuro! | Hop! Edizioni

Dall’autunno 2015 Hop! ha iniziato una collaborazione continuativa con Elena Triolo, la fumettista blogger nota come Carote e Cannella, realizzando un volume derivato dal suo blog e la guida erotico-ironica PopPorno con i testi della giornalista Valentina Ferri. Per l’autunno 2016 la stessa coppia di autrici sta lavorando a un volume sulla Sharing Economy ispirato allo stesso principio e ripropone i due personaggi. 

 

- dalle ore 18:00 alle ore 19:30 degustazione gratuita di  ‘IFE! IL VINO DELLE DONNE PER LE DONNE’  dall'associazione !DonnaDegustazioni a cura della Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori | Fisar

 

-chiusura manifestazione ore 20.00

 

 

 


domenica 27 novembre

-apertura manifestazione ore 10.30

 

-ore 11:30 presentazione congiunta dei libri di Elena Mearini, Bianca da morire | Cairo 

Nella Milano dei giardini verticali e della rinascita urbana, si muove Bianca, sedici anni, papà camionista e mamma casalinga, studentessa dell'Artistico, viso da diva anni Quaranta e unghie laccate di blu, quattro stelline bianche su ciascuna. Della vita sa due cose. Sa che non vuole diventare come sua madre, precocemente sfiorita in un sonnambulismo dei sentimenti e delle velleità, asservita ai bisogni di marito e figlio maschio, ma cieca davanti ai bagliori di speranza negli occhi della sua ex bambina. Sa che vuole diventare una star del cinema, oggetto di invidie femminili e di sogni maschili. E per farlo, è pronta ad ascoltare la più nera parte del cuore. Mentire, manipolare, sedurre. Uccidere. Per lei il corpo è un'arma letale, strumento di affermazione, di riconoscimento. Un corpo-arma per non morire anonima. Dove il linguaggio della cronaca e i sociologismi sul disagio giovanile non possono arrivare, Bianca da morire scava fino a toccare il grumo autentico di desideri e solitudine che partorisce azioni scioccanti. Bianca è l'incarnazione terribile delle nostre ambizioni frustrate, delle nostre paure infantili che non ci lasciano mai. Bianca è un Paese intero, che ha in Milano il suo specchio più illusorio. Bianca siamo noi.

 

Mario De Santis, Sciami | Giuliano Ladolfi Editore

È una poesia del tempo e degli sciami quella che Mario De Santis scrive, frammenti che paiono aggregarsi in un insieme: la figura che si forma è quella di un'idea di Storia e al tempo stesso il ritratto di una forma di interiorità. Il superamento della lirica e della questione della soggettività riportano però di fronte la nuda esistenza di un io, la necessità di una pronuncia e le cose del mondo. Per De Santis la poesia tenta comunque di definire una condizione di possibilità di conoscere il nostro tempo dentro destini generali. Essere presente di un io che si fa o noi o nessuno, collocato in un flusso di materia, a cui De Santis riferisce continuamente: con paesaggi, con dettagli e nomi, una geografia storica di spettri e conflitti, che allude anche ad una mappa della memoria degli ultimi venti anni. Il perno sono le domande sul senso dell'esistere in questo paesaggio di umanità e fantasmi, di vivi e morti. Avere coscienza della realtà brutale e muta come quella attorno a noi, è possibile? Anche se non siamo che una parte di questa materia?

 

- dalle ore 12:00 alle ore 19:30 sarà possibile degustare gratuitamente assaggi di riso 100% puro carnaroli in tre tipologie differenti del marchio RISO D’UOMO

 

-ore 15.00 Cristina Di Canio, La libreria delle storie sospese | Rizzoli con Stefania Iannolo

Racconta di una ragazza che molla tutto per aprire una minuscola libreria, un luogo magico in cui i libri diventano frecce di Cupido.

Da quando un cliente ha avuto l’idea di lasciare un libro in regalo per l’avventore successivo, , il locale si è riempito di persone. Così tutti hanno almeno una storia da regalare agli altri e tutti vogliono lanciare un messaggio, parlare, incontrarsi.

 

-ore 17.00 Conferenza ciNemaDonnaIcona ( La Storia della Moda nel Cinema attraverso lo Sguardo Femminile) con Giovanni Ottonello – Art Director IED

 

- dalle ore 18:00 alle ore 19:3degustazione gratuita di  ‘IFE! IL VINO DELLE DONNE PER LE DONNE’  dall'associazione !DonnaDegustazioni a cura della Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori | Fisar

 

-chiusura manifestazione ore 20.00